Hotellerie, Il breakfast è servito

breakfastbuffetunyquelifestyle

Comincio subito con un premessa, trovandomi spesso per lavoro a dover recensire o visionare strutture alberghiere di diverse tipologie è divenuta in me consuetudine, anche quando sono in vacanza, valutare l’hotel seguendo dei punti cardine come l’accoglienza, il personale, la pulizia, la qualità dei servizi offerti e soprattutto il breakfast. Va evidenziato che con i vari booking online la colazione spesso viene proposta come extra ed il supplemento è mediamente caro inducendo così il viaggiatore ad optare per la soluzione only bed. Di contro, tutti abbiamo comunque fatto colazione in un hotel e purtroppo a volte le aspettative non sono state soddisfatte a pieno, io per prima sono spesse volte rimasta delusa, attendevo un ricco ed invitante buffet risultato poi molto basico e poco stimolante a base di tristi confezioni di cornetti, fette biscottate o biscotti in formato da 3 pezzi e la tanto odiata macchina dispenser per bevande calde e fredde. Qui mi spiace ma proprio non ci siamo! Questa è una “ battaglia” che non mi stancherò mai di portare avanti, talvolta infatti anche se presenti altre carenze all’interno della struttura due cose possono fare la differenza, la cordialità e la professionalità del personale ed il servizio breakfast!!

hotelbreakfastunyquelifestyle

La prima colazione prepara favorevolmente il cliente permettendogli di iniziare la giornata in modo positivo, ecco perché un servizio generico e non curato(tipo le fettine di formaggio tolte dalla confezione e messe così come sono sul vassoio…e tanti altri esempi) si trasforma in un errore che può danneggiare molto l’immagine dell’ albergo e compromettere la percezione dell’intero soggiorno.

continentalbreakfastunyquelifestyle

Qualunque sia il motivo del nostro viaggio tutti desideriamo ritrovarci in posto accogliente e piacevole da vivere anche se solo per una notte, indipendentemente dalla categoria e dalle stelle l’aspettativa non cambia, ad esempio un business traveller difficilmente accetta di attendere all’infinito il suo cappuccino o tanto meno gioisce alla vista di un impersonale pacchettino di fette biscottate, si sentirebbe ancor di più lontano da casa, così come un turista leisure vuole sentirsi il benvenuto e sapere che può dedicarsi con tranquillità al rito della prima colazione prima di uscire alla scoperta della città.
Bene, allora… pronti con la fantasia, ci siamo appena svegliati, siamo soddisfatti della nostra camera e siamo pronti per scendere a far colazione (eh no attenti che vi leggo nel pensiero, niente colazione in camera, la prossima volta vi accontento ed ordiniamo con il room service) … entriamo in sala e pensiamo ipoteticamente di trovare a disposizione separatamente la continentale e l’inglese … ok scopriamo le differenze!

COLAZIONE CONTINENTALE
La caratteristica identificativa è che prevede la presenza di cibi dolci, cornetti, ciambellani, plumcake, biscotti, cereali e frutta fresca, pane, fette biscottate, yogurt, marmellate varie e miele, latte e succhi di frutta, bevande calde e fredde. Il Continental breakfast è diffusissimo non solo Italia ma anche in molti paesi fra cui la Francia, amante del dolce al risveglio.

COLAZIONE ALL’INGLESE
Diffusissima nel mondo, prevede una grande scelta dedicata alla preparazione delle uova, dalla classica omelette a quelle in camicia e poi alla coque, sode, strapazzate, affogate naturalmente con il classico abbinamento di un ottimo bacon croccante, ma non solo, troviamo anche una grande varietà di formaggi, insaccati, salsicce, verdure fino alla carne fredda ed al pesce. Non mancano comunque cibi dolci, frutta ed in particolare i cereali.

hotelbuffetbreakfastunyquelifestyle

Quale preferite? Lo so, anche se non volete ammetterlo, l’ottimale è avere tutto a disposizione e magari concedersi una scappatella eggs and bacon, sono pienamente d’accordo con voi e praticamente lo sono tutti in tutto il mondo ecco perché molti alberghi optano per un buffet ricco e quanto più vario, oggi gusti e stili alimentari sono praticamente infiniti e la necessità di soddisfare le attese di tutta la clientela ha portato ad unificare in un solo servizio queste due principali tipologie di breakfast. Resta inteso che a mio parere non può in nessun caso mancare la cortesia e l’attenzione del personale per il servizio al tavolo delle bevande calde o di qualsiasi altra richiesta specifica.

Divertiamoci allora nei nostri prossimi viaggi a scoprire le differenze del breakfast time, collezionate scatti dolci e salati, sarà divertente al rientro a casa, magari in una tranquilla domenica, allestire il vostro buffet personalizzato!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...