MOSTRE – I TESORI NASCOSTI

Napoli, la mia città, la mia identità. Napoli sfacciata e disordinata, cosmopolita e nello stesso tempo ancorata nel più puro senso di appartenenza ad una storia che varcherà i secoli, generosa nel mostrarsi e sensualmente artistica nel celare tesori che lascerà scoprire solo a chi la ama veramente.

basilicadipietrasantanapoli

Nel preziosissimo ed inimitabile centro storico visiteremo un luogo, fra i più antichi della città,  a lungo lasciato in stato di abbandono fino al 1975, termine dei restauri, dopo i danni subiti a seguito dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Il Cardinale Arcivescovo Crescenzio Sepe ha confermato ed ha accolto con favore l’idea di fare della Pietrasanta la meta finale del percorso di turismo religioso che ha inizio dalle Catacombe di Capodimonte e che, percorrendo trasversalmente tutta l’antica città, giunge ai Decumani.

La Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta fu fatta eseguire intorno all’anno 533 da San Pomponio, Vescovo di Napoli, sui resti di un antico tempio romano, è tra le più interessanti dal punto di vista storico ed artistico. Venne chiamata “della Pietrasanta” perché all’interno veniva custodita una pietra che, quando la si baciava procurava l’indulgenza. La pietra forse di marmo, oggi purtroppo risulta dispersa. Su di essa era incisa una croce e si dice che chiunque la baciasse avrebbe avuto l’indulgenza per tutti i peccati.

internobasilicadipietrasantanapoli

Oggi entriamo in questo capolavoro per una duplice occasione, la scoperta della Basilica e la visita alla straordinaria mostra “I Tesori Nascosti” allestita al suo interno, curata da Vittorio Sgarbi ed aperta fino al 28 Maggio 2017. Un’occasione unica da non perdere!

 

Nel cuore di Napoli
la mostra dei grandi capolavori dell’arte italiana
in una chiesa restaurata e ritrovata

Nella Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta a cura di Vittorio Sgarbi un’esposizione che include la Maddalena addolorata del Caravaggio

 sgarbimostranapoliitesorinascostiarticolounyquelifestyleblog

Comunicato Stampa Napoli, 5 dicembre 2016 – “La caccia ai quadri non ha regole, non ha obiettivi, non ha approdi, è imprevedibile. Non si trova quello che si cerca, si cerca quello che si trova. Talvolta oltre il desiderio e le aspettative”. Sono le parole di Vittorio Sgarbi che hanno ispirato l’idea della grande mostra “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” – in programma dal 6 dicembre p.v. al 28 maggio 2017 – nei prestigiosi spazi della Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta a Napoli, recentemente restaurata e tornata così alla luce dopo anni di abbandono in Piazzetta Pietrasanta 17-18 (via dei Tribunali).

La rassegna d’arte è una prosecuzione della mostra “Il Tesoro d’Italia” svoltasi all’Esposizione Universale di Milano nel 2015 che, considerato l’enorme successo (oltre 850.000 visitatori), si è in seguito trasferita (dal 13 aprile 2016 al 6 novembre scorso) nelle aree espositive del MuSa – Museo di Stato di Salò, proponendo il percorso “Da Giotto a de Chirico”. A Napoli assume il nome “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” e, tra le novità rispetto alle precedenti edizioni con 150 opere, propone il dipinto del Michelangelo Merisi detto Caravaggio “La Maddalena addolorata”.

Il titolo suggerisce il leitmotiv della mostra, ovvero l’intento di “portare alla luce” ciò che normalmente è “nascosto”: opere d’arte che non sono esposte nei musei pubblici ma appartengono a fondazioni bancarie, istituzioni e collezionisti privati – di conseguenza, difficilmente visibili al grande pubblico. Si tratta dunque di dare spazio al mistero del collezionismo, che secondo Vittorio Sgarbi è «l’interesse per ciò che non c’è».

Valore aggiunto della mostra napoletana è la sede che la ospita:anch’essa un “tesoro nascosto”. La Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, edificata nella prima metà del VI secolo nell’area più antica della città, fu la prima dedicata alla Vergine. Subì varie modifiche nel corso del tempo, come la pianta nel XVII e la cappella del Salvatore nel XVIII, la torre campanaria è originaria del X-XI secolo (la più antica di Napoli). Dopo un periodo di abbandono, la Basilica torna al suo splendore come “contenitore” di pregio, “tesoro tra i tesori” ospitati al suo interno.

La mostra “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” si propone di dipingere un quadro della “geografia artistica” italiana, tenendo conto delle sue molteplici tinte e sfumature, ospitando, nella Basilica, i capolavori provenienti da diverse scuole e regioni. All’eterogeneità geografica si associa quella temporale: le opere attraversano un arco di tempo che va dal XIII secolo sino al Novecento, con l’obiettivo di mostrare l’evoluzione artistica di stili e correnti che si dipana tra una testa di maestro federiciano del 1250, sino a un autoritratto di Antonio Ligabue.

Main sponsor dell’esposizione d’arte “i Tesori nascosti. Tino di Camaino, Caravaggio, Gemito” il gruppo Credem. La mostra, prodotta da Fenice Company Ideas e Radicinnoviamoci, gode del patrocinio dell’Arcidiocesi della Città di Napoli, della Regione Campania, del Comune di Napoli e della città Metropolitana di Napoli, con il supporto di Orizzonti Italia. Tra i partner anche la Selav Spa, società che realizzerà il progetto di illuminotecnica della facciata esterna della basilica in maniera permanente.

sgarbicomunicatostampamostranapoliitesorinascostiarticolounyquelifestyleblog-jpg

Alcune delle opere esposte

opere1mostraitesorinascostiunyquelifestyleblog
                                                                           AntoonSmickPitloo_Paestum_1826                                                                                            CagnaccioDiSanPietro_FamigliaSulla Spiaggia_1932                
opere2mostraitesorinascostiunyquelifestyleblog
                                                                 Caravaggio_MaddalenaAddolorata_1605-1606                                                                                      EugenioViti_Lucilla                
opere3mostraitesorinascostiunyquelifestyleblog
          DeChirico_BagniMisteriosi_1937-1960            DeChirico_LeMuseInquietanti_1950                      DomenicoMorelli_OrodiPompei_1865
opere4mostraitesorinascostiunyquelifestyleblog
                                                    Gemito_Testamuliebreconcorona_1250circa                                                                                     TinoDiCamaino_SanGiovanniEvangelista_1328-1335                                                                       StefanoDaPutignano_AngeloReggiCartiglio_1515-1520             
opere5mostraitesorinascostiunyquelifestyleblog
                                                          GennaroVillani_Amalfi:1928                                                                                      LaVolpe_ScenaDiPescaNelGolfoDiNapoli_1866                         
opere6mostraitesorinascostiunyquelifestyleblog
                                                          GuidoReni_EcceHomo_1630-1635                                                                                                                              JusepeDeRibera_SanGirolamo_1648                                                                                                                             MicheleTedesco_LaMigliaDelBanchiere_1897        

 


Inclusa nel biglietto una App, che mette a disposizione i contenuti della mostra, illustrati da una audioguida d’eccezione: Vittorio Sgarbi. Previste visite guidate e una ricca offerta didattica per le scuole (il programma è scaricabile direttamente dal sito della mostra www.itesorinascosti.it). Per info e prenotazioni è possibile inviare una mail all’indirizzo visiteguidate@itesorinascosti.it.

Orari
Da Lunedì a Venerdì dalle 10:00 alle 20:00
Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 23:00
(estensione fino a mezzanotte da marzo 2017)
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietto intero € 12,00
Biglietto ridotto € 10,00
Insegnanti, militari, forze dell’ordine non in servizio, residenti
Under 26 e over 65
Gruppi (minimo 10 persone)

Biglietto ridotto speciale € 6,00
Studenti universitari
Ragazzi dai 6 ai 18 anni
Dipendenti del Comune di Napoli o del Ministero dei Beni Culturali
Dipendenti Credem
Giornalisti non accreditati

Biglietto ridotto scuole € 4,00 (con 1 accompagnatore gratuito ogni 15 alunni)

Biglietto omaggio
Bambini fino a 6 anni
Disabili e accompagnatori
Giornalisti preventivamente accreditati a info@itesorinascosti.it
Membri ICOM
Guide turistiche munite di tesserino di abilitazione, dipendenti Soprintendenza dei Beni Architettonici

Biglietto famiglia
1 o 2 adulti + ragazzi under 18 = adulto € 10,00 – ragazzi € 4,00.

UFFICIO STAMPA Nazionale
Kühne & Kühne Ass.Ti +39 0817614223 – Fabrizio 339.8383413 – Diana 337.929093 kuhnepress@tin.it
UFFICIO STAMPA Regionale
Ilaria Urbani + 39 339 5974415 – urbani.ilaria@gmail.com

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE ALLA PIETRASANTA
Piazzetta Pietrasanta 17-18 (via dei Tribunali) – NAPOLI
6 dicembre 2016 • 28 maggio 2017
Per informazioni a scuole e gruppi: visiteguidate@itesorinascosti.it • 366 9391437
Infoline e biglietteria 081 19230565
www.itesorinascosti.it

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...